Si è tenuto nelle giornate del 2-3-4 settembre il consueto Workshop finanziario annuale The European House Ambrosetti, il quale raccoglie il Top Management delle più grandi realtà italiane, che insieme ai rappresentanti delle direzioni finanziarie delle società ed esponenti della classe politica, discute gli scenari in corso e quelli futuri nel panorama finanziario italiano.

A fronte di un PIL che non registra crescita, la reazione spontanea è quella della ricerca di soluzioni concrete che aiutino una reale ripartenza. Molti i concetti vagliati nell’arco delle giornate, : interessante quella avanzata dal Presidente di QUI! Group, Gregorio Fogliani, secondo il quale non solo l’Italia, ma l’Europa intera trarrebbe giovamento da un coinvolgimento plurale di forze, senza fare distinzioni tra i Paesi sulla base di livelli di importanza. La parola chiave secondo l’imprenditore di Genova è “agevolazione”, nella doppia accezione di semplificazione della burocrazia e di incoraggiamento nei confronti dei giovani, grazie alla costituzione di un mercato europeo innovativo che punti sulle nuove leve, libero e concorrenziale.

Le affermazioni dell’imprenditore di Genova Gregorio Fogliani derivano dall’esperienza maturata in ambito di welfare e dai risultati conseguiti da QUI! Group al termine del primo semestre del 2016, in cui la redditività è cresciuta del 20%: tale risultato rappresenta solo l’inizio per la società di Genova, che si pone obiettivi importanti entro la fine dell’anno. Punta infatti a costituire una struttura più solida, con la quale poter approcciare nuovi mercati internazionali.

L’intervista al “Il Sole 24 Ore”dell’imprenditore Gregorio Fogliani 

Le dichiarazioni rilasciate dall’imprenditore Gregorio Fogliani all’European House Ambrosettiultima modifica: 2016-09-08T16:32:40+00:00da gregoriofoglian
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation